Il comandante Vaccaro trasferito alla Stazione dei Carabinieri di Modica. Domani i saluti istituzionali

Il comandante Vaccaro trasferito alla Stazione dei Carabinieri di Modica. Domani i saluti istituzionali

Ha servito la nostra comunità per ben 7 anni, dal dicembre 2013 e adesso lascerà il suo posto al Maresciallo Capo Corrado Lupo della Stazione locale di Cassibile.

Sarà trasferito alla Compagnia di Modica, il Comandante della Stazione locale dei Carabinieri di Rosolini, Giuseppe Vaccaro, che domani mattina saluterà l’Amministrazione Comunale, la collettività e la città tutta con una cerimonia di saluti presso Palazzo di Città.

Originario di Ispica, ma rosolinese d’adozione, ha prestato il suo servizio nell’Arma dei Carabinieri e al servizio della nostra città con dedizione, impegno, professionalità, garbo, abnegazione, spirito di sacrificio. La sua presenza è stata fattiva, efficace, efficiente, condita da una grande umiltà. E lo ha dimostrato sempre in questi anni.

 

Ha visto Rosolini in tutte le sue sfaccettature, ha toccato la sofferenza della gente, ma anche le gioia di una comunità cittadina, collaborando a fianco di sindaci, amministrazioni diverse, professionisti, scuole, con tanti momenti politici e sociali che questa città ha attraversato, e l’ha fatto sempre con gli stessi valori, con lo stesso rispetto, professionalità e amicizia.

La cittadinanza lo ricorderà per il supporto, la soluzione di importanti casi o problematiche quotidiane, il suo attento lavoro d’indagine, il panorama politico per la collaborazione. I giovani per la campagna di sensibilizzazione nelle scuole, con tantissime conferenze annuali con l’Arma dei Carabinieri, volute e promosse da lui stesso a beneficio della Legalità. L’Amministrazione per il proficuo rapporto di collaborazione con l’Ente Comunale nonché il profondo legame che la cittadinanza ha con i Carabinieri. E noi giornalisti per la cooperazione concreta e fattiva, e anche per un grande insegnamento che, crediamo, sia stato lo stesso insegnamento che tutta Rosolini e il territorio abbia ricevuto dal suo operato:

Combattere un male non significa necessariamente far parte dell’Arma, combattere un male deve essere l’impegno di ognuno di noi per apportare un contributo alla collettività”.

 

Si dice che chi semina raccoglie, la riconoscenza della città è il frutto di ciò che il Maresciallo Vaccaro è riuscito a dare.

E questa cerimonia di saluti sarà poca cosa rispetto all’abbraccio e alla gratitudine che tantissimi rosolinesi gli stanno riservando nelle ultime ore. Anche il Corriere Elorino coglierà l’occasione per ringraziarlo per la dedizione e la professionalità dimostrati in questi anni augurandogli, allo stesso tempo, i migliori auspici per il nuovo incarico a cui è stato destinato.

CATEGORIE
TAGS
Share This

COMMENTS

Wordpress (0)
Disqus ( )